2019: L’inizio di una nuova era per il turismo del vino

Il 27 dicembre 2017 è stata promulgata la legge di bilancio dello Stato: all’interno di questa ci sono 4 commi che definiscono le attività enoturistiche. Per la prima volta il Parlamento e il Governo riconoscono l’esistenza e l’importanza dell’enoturismo come attività specifica dei produttori vitivinicoli. 

Il Montenetto fra presente e futuro

Tra il 18 e il 23 febbraio chi è entrato a La Porta del Vino ha avuto l’occasione per conoscere meglio i vini del Monte Netto e di Capriano del Colle, piccola DOC della zona di Brescia. L’esperienza è stata sorprendente per il grande livello qualitativo espresso dalle molte tipologie di vino presenti.

(Ri)Scoprire la bergamasca

Sarà per il grande traffico dell’aeroporto, sarà per una miglior promozione, sarà che parte del pubblico si informa di più e meglio: fatto è che negli ultimi anni Bergamo conosce una crescita di visitatori e presenze turistiche. Non possiamo che rallegrarcene: i gioielli nascosti della Lombardia ci inorgogliscono, e per troppo tempo sono stati negletti.

A chi serve l'enoturismo

Mi presento a chi non mi conosce: sono un vignaiuolo, piccola azienda sulla collina del “Vino di Milano”. Ma da più di un quarto di secolo mi occupo di enoturismo: sono stato tra i fondatori del Movimento Turismo del Vino, e da quel momento non ho mai smesso di lavorare e pensare per far crescere quest’associazione e questo ramo di attività delle aziende vitivinicole. Penso quindi di avere qualche titolo per dire la mia.

 

Contatti

  • Piazza Cinque Giornate 16 - Milano
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.